Il letto Nathalie di Flou presentato in edizione limitata al Salone del Mobile 2018

Nathalie, il letto disegnato dal designer Vico Magistretti per Flou, compie quest’anno 40 anni insieme alla sua stessa azienda nata e sita ancora oggi a Meda, nella provincia di Monza e Brianza. In questo 2018 la Flou e il suo letto Nathalie arrivano a segnare contemporaneamente un traguardo importante il quale contribuisce a portare ulteriore lustro ed eccellenza al settore del design e dell’arredamento Made in Italy.

In occasione di questo importante evento, l’azienda ha deciso di spegnere le quaranta candeline celebrando quello che è divenuto un vero e proprio oggetto cult del design italiano e che, nonostante l’età, rimane un articolo attuale e contemporaneo. Nathalie infatti è tutt’oggi un letto iconico, il letto tessile per eccellenza, nato da un connubio speciale, dove creatività e design si incontrano con qualità ed eccellenza. Il risultato è un letto che è stato nella fine degli anni ’70 uno dei “must-have” delle giovani famiglie italiane, atto a segnare un cambiamento culturale importante. Questo anniversario inoltre è avvenuto in concomitanza del 57° Salone del Mobile di Milano, motivo per cui l’azienda medese ha programmato una serie di eventi per celebrare questo importante anniversario.

Un anniversario che riguarda dunque sia la nascita dell’azienda, fondata da Rosario Messina nel 1978, sia la nascita di una delle creazioni che ha reso celebre la stessa. Nathalie infatti nasce per divenire un best seller e i giorni d’oggi sembrano confermare tutto ciò attraverso la conferma di una continua vendita di un articolo rivoluzionario che non teme il passare del tempo e che ha saputo rinnovarsi e riproporsi con il susseguirsi degli anni. In origine infatti il letto Nathalie era stato realizzato proprio per contrapporsi ai tradizionali ed imponenti letti corredati di armadi e comodini altrettanto importanti e vestiti, quasi sempre, da candida biancheria in lino o cotone rigorosamente bianca.

Nathalie porta invece una ventata di novità e colore a partire dalla testata imbottita caratterizzata lateralmente dagli iconici fiocchi utilizzati come chiusura. Un dettaglio che è divenuto con il tempo il segno di riconoscimento di un letto per la prima volta concepito per essere “smart”, colorato e sfoderabile, caratteristiche che lo renderanno negli anni il “letto tessile” per eccellenza, simbolo di modernità e cambiamento, ma anche di versatilità e comfort.

Al Salone il letto Nathalie di Flou è stato presentato attraverso una collezione inedita e limitata chiamata per l’appunto “Nathalie 40°”. Sono solo 299 gli esemplari realizzati secondo i canoni d’esecuzione risalenti proprio al 1978. Per rendere possibile tutto ciò l’azienda si è avvalsa ad una collaborazione speciale resa possibile dai dipendenti che nel 1978 realizzavano i primi pezzi di questo iconico letto e che nell’occasione verrà nuovamente realizzato coordinando il tessile della struttura a quello della biancheria, così come avveniva per la prima produzione. Ma gli eventi legati a questo avvenimento non si sono limitati alla presentazione di questa esclusiva collezione. Si è tenuta infatti anche la presentazione di un volume dedicato alla storia del “letto con i fiocchetti” dove gli appassionati hanno potuto ritrovare tutti i passi e le trasformazioni che Nathalie ha affrontato parallelamente alla cultura ed il costume di questi quarant’anni. Oltre al volume, presso il Salone del Mobile di Milano, è stato presentato e proiettato un cortometraggio realizzato ad hoc per l’evento: “The perfect bow” (“Il fiocco perfetto”). Anche qui i racconti, le immagini, e le testimonianze di coloro che hanno vissuto la nascita e la storia di questo letto hanno contribuito a celebrare questo importante anniversario.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *